Come truccarsi a 50 anni

A 50 anni una donna ha ancora tanto da dire, nonostante si trovi a vivere in quella fascia d’età nella quale pur non essendo giovanissima sente ancora vivido in sé il desiderio di mostrarsi agli altri in tutta la propria bellezza e femminilità. Ovviamente, la freschezza del viso non sarà paragonabile a quello di una ventenne, ma con pochi accorgimenti e un buon maquillage i risultati saranno altrettanto soddisfacenti, da non farle temere alcuna concorrenza. Quindi, per non renderci ridicole, qual è il make up più adatto da realizzare sul nostro viso quando non siamo più delle teenager?
I fondotinta: vanno banditi quelli coprenti poiché la loro corposità può ispessire eccessivamente la pelle del viso evidenziando le rughette, da privilegiare invece quelli oil free (senza oli) leggeri e trasparenti.
La cipria: ottima per smorzare le macchie del fard, ma assolutamente vietata sul contorno occhi perché sottolinea i piccoli segni dell’età.
L’ eyeliner: no a quelli liquidi.
L’ombretto: consigliato sia quello in crema che in polvere, basta che non sia perlato. Le tonalità adatte sono le medio scure come il nero, il blu e il marrone da sfumare molto accuratamente.
Il mascara: è un must che non deve mai mancare, soprattutto nelle nuance del nero e del marrone, poichè donano allo sguardo un aspetto giovane e vivace.
La matita occhi: qualora l’occhio non fosse troppo appesantito dai segni dell’età, la matita può essere tranquillamente applicata sia sopra che sotto, in caso contrario va messa solo sotto, esternamente alla rima cigliare.
Il fard: preferire colori delicati e sfumature molto ponderate.
Il rossetto: è importante che sia dello stesso colore della matita per il contorno labbra. Assolutamente da evitare i gloss.
Le sopracciglia: devono apparire sempre naturali e accentuate.
Il correttore: applicarlo solo ed esclusivamente sulle discromie della pelle e sulle occhiaie bluastre.