Come usare il bimby

Il Bimby è un piccolo elettrodomestico da cucina diventato indispensabile per le cuoche di oggi. Si tratta di un robot semplicissimo da utilizzare, molto versatile e indicato sia per esperte ai fornelli che per principianti.

Prodotto dall’azienda tedesca Vorwerk, il Bimby può essere impiegato per moltissime ricette e deve il suo grande successo al fatto di concentrare in un unico apparecchio, anche di dimensioni contenute, moltissime funzioni.

Pertanto, per capire come usare il Bimby, è innanzitutto indispensabile illustrare le sue funzioni principali.

Con il Bimby è quindi possibile:

  • Macinare
  • Grattuggiare
  • Tritare
  • Polverizzare
  • Montare
  • Pesare
  • Emulsionare
  • Impastare
  • Mantecare
  • Cuocere
  • Cuocere al vapore

 

Con questo unico elettrodomestico è possibile, quindi, fare davvero di tutto in cucina, il che significa che grazie al Bimby potete dire addio a tanti altri elettrodomestici e dispositivi come frullatori, mixer, impastatrici, grattugie e e altri piccoli elettrodomestici che hanno il limite di svolgere un’unica funzione.

In più, utilizzando un particolare accessorio, detto Varoma, è possibile cuocere a vapore i cibi senza andare ad alterare i valori nutrizionali degli alimenti stessi; cuocere a vapore con il Bimby significa pertanto conservare tutte le vitamine e i sali minerali presenti negli alimenti, evitando al contempo l’aggiunta di ulteriori grassi per la cottura.

 

Ma come usare il Bimby ?

Abbiamo visto come il Bimby è un elettrodomestico che si presta a una molteplicità di funzioni, grazie alle quali è possibile preparare moltissime pietanze nei modi più disparati. In particolare con il Bimby si può cuocere in maniera light gli alimenti, pur non intaccandone le proprietà nutrizionali e organolettiche. Con il Bimby i cibi possono essere cotti ad una temperatura che va dai 37° ai 100°, il che significa che selezionando quella più adeguata è possibile cucinare tutti i cibi senza alterarne la struttura e senza correre il rischio che gli alimenti si attacchino o si brucino.

Ovviamente è possibile usare il Bimby anche per moltissime altre funzioni, come pesare, mescolare, tritare, montare, impastare con un notevole risparmio sia di tempo che di denaro.

Come per ogni altro elettrodomestico, anche l’acquisto del Bimby deve essere valutato con la giusta attenzione; prima di acquistarlo riflettete sull’effettivo uso che ne farete e in questo modo eviterete di comprare un prodotto che poi non utilizzerete al massimo delle sue potenzialità.

Un altro aspetto che dovete tener presente prima di acquistare il Bimby è che si tratta di un elettrodomestico multifunzionale e che, quindi, in quanto tale, potrebbe rivelarsi meno efficiente, rispetto ad un elettrodomestico apposito, in relazione  a determinate funzionalità.

 

Come usare il bimby: la “struttura” e la pulizia

Come detto il Bimby è un piccolo elettrodomestico multifunzionale; presenta un corpo centrale di colore bianco sul quale si poggia un boccale dotato di manico. Sempre sul corpo centrale è posizionata una pulsantiera e una manopola grazie alla quale si va a regolare la velocità delle lame, mentre il boccale è dotato di un’apertura, chiusa da un tappo, attraverso la quale si può controllare l’andamento della cottura.

Per quanto riguarda il pannello centrale, questo è dotato di una serie di bottoni che consentono di impostare la cottura, la quale può andare, come visto, dai 37 ai 100 gradi, il tempo di cottura, la velocità di impasto e così via. Il Bimby è dotato anche di una bilancia digitale, grazie alla quale si possono pesare sia i cibi solidi che quelli liquidi.

Per quanto concerne la pulizia, generalmente si consiglia di lavare a mano il Bimby, evitando quindi di utilizzare la lavastoviglie salvo quando si cucinano cibi particolarmente unti o difficili da rimuovere.