Come usare il curry

Il curry è una miscela di spezie molto utilizzata soprattutto in India per condire le pietanze, ma man mano diffusasi in tutto il mondo, grazie al particolare sapore, che può essere dolce o lievemente piccante, rilasciato da un mix di pepe, curcuma, coriandolo, zafferano, cannella, cumino, noce moscata, zenzero, chiodi di garofano e peperoncino. Oltre al gusto piacevole che rilascia questo preparato, non dimentichiamo le proprietà benefiche, in particolare disintossicanti e disinfettanti, inoltre aiuta regolare il metabolismo e smaltimento dei grassi. Vediamo allora come usare il curry:

anche se non troppo utilizzata nel nostro paese, questa spezia in realtà si presta ad esaltare e ad impreziosire le più svariate pietanze, anche dolci; ad esempio un cucchiaio di curry può essere utilizzato per impregnare di sapore anche un primo piatto tipicamente della nostra tradizione, con un tocco aromatico in più, diluito  nei condimenti o utilizzato negli impasti della pasta fatta in casa. Molto indicato il curry anche per insaporire il riso al curry, un piatto in realtà molto noto, insieme al pollo al curry. Questo preparato si presta molto bene anche per insaporire secondi piatti  a base di carne e/o pesce, ma è ottimo anche nelle zuppe, nel brodo e per insaporire le uova. Il curry si sposa  a perfezione anche con verdure ed ortaggi, ad esempio le patate al forno, cosparse di curry ed olio, sono una vera prelibatezza, inoltre può essere impiegato anche per rendere meno spiacevoli le diete che prevedono il poco utilizzo del sale. Come accennato, il curry può essere utilizzato anche nelle preparazioni dolci, così come si utilizza ad esempio la cannella nella torta di mele, oppure anche nell’ impasto di deliziosi biscotti al curry. Particolarmente collaudato è il binomio curry e cioccolato, infatti se mescolato a del cacao in polvere oppure a del cioccolato fuso, è possibile preparare dei deliziosi dolci.