Come usare il gel per capelli

Il gel per capelli è una sostanza piuttosto viscida che viene utilizzata, soprattutto dagli uomini o da chi possiede capelli con un taglio corto, per lo styling. Sul mercato è possibile trovarne di diverse tipologie, tutte studiate per assecondare svariate esigenze di look e per seguire sempre nuovi trend, abbiamo ad esempio il gel ad “effetto bagnato”, il gel per “scolpire”, il gel per creare un effetto “spettinato”, il gel per “domare”, il gel per capigliature “afro” e così via, inoltre ognuna di queste tipologia offre gradi diversi di fissaggio e tenuta ed è più o meno adatta alla propria tipologia di capello. Vediamo allora come usare il gel:

il gel va utilizzato a seconda delle proprie esigenze, se ad esempio abbiamo pochi capelli, magari lisci, è inutile che utilizziate del gel a “tenuta estrema” in quanto i vostri capelli sono facilmente domabili.

Viceversa se avete dei capelli afro o comunque ingestibili, un gel a fissaggio molto forte ed a lunga tenuta farà al caso vostro.

Se amate invece delle capigliature molto strutturate, come ad esempio la cresta punk, allora dovrete puntare su un gel a tenuta estrema e spuzzare anche della lacca per fissare la piega, alcune persone utilizzano anche la gelatina alimentare ( o colla di pesce) per modellare questo tipo di capigliature, in quanto pare sia ancora più indicata.

Se dovete modellare dei capelli lunghi, a patto che non desideriate un wet look e ne utilizziate in grossi quantitativi, è preferibile piuttosto l’ utilizzo della spuma, la quale oltre a tenere i capelli in piega li volumizzerà e definirà meglio i ricci.

Se invece è proprio l’ effetto bagnato, molto in voga negli anni 90’, che desiderate ottenere, allora sui capelli umidi dovete applicare una noce di gel per capelli, mista ad un siero illuminante per capelli o una piccola noce do crema idratante, attenzione a non esagerare per non ottenere l’ effetto “unto” piuttosto che bagnato.