Come usare il tagliavetro

Gli amanti del bricolage e del fai da te possono trovarsi a voler realizzare soggetti sempre nuovi o a creare oggetti funzionali ed di gradevole aspetto, come ad esempio una cornice sfiziosa o un posacenere personalizzato. Con molta probabilità vi troverete a lavorare con del materiale di scarto e quindi nella condizione di dover fare delle modifiche, le quali chiaramente non saranno anche adatte per lavori importanti, come ad esempio il taglio di vetri per le finestre o l’ auto. La soddisfazione di creare qualcosa con le proprie mani è sempre molto piacevole, ovviamente si potrebbero anche acquistare dei materiali pre formati o pre tagliati ( come  nel caso del vetro), ma il lavoro non sarebbe mai eseguito totalmente da soli e potreste avvertire la sensazione di aver eseguito qualcosa di incompletoVediamo allora come usare il tagliavetro:

dovrete per prima cosa procurarvi tutto il necessario, ovvero il cherosene, un tagliavetro ( a rotelle o dotato di punta di diamante), una riga ed ovviamente il vetro da tagliare. Con tutto il necessario a disposizione, posizionatevi in un luogo sicuro, dove bambini ed animali domestici, non rischiano di ferirsi e cominciate il vostro lavoro lavando con cura la lastra di vetro da tagliare e adagiatela su un piano di lavoro dritto e stabile, quindi scegliete la rotella in dotazione al tagliavetri acquistato, che meglio si adatti in proporzione allo spessore del vetro in questione, quindi nell’ apposito serbatoio della rotella inserite del cherosene, questo accorgimento servirtà a lubrificare opportunamente la rotella. Prendete un pennarello (adatto alla scrittura su vetro) e tracciate una linea guida del taglio da eseguire, aiutandovi con il righello al fine di tracciare una linea più precisa, poi senza allontanare la stessa dalla lastra, adagiate il tagliavetro e cominciate a tagliare. E’ probabible che incontriate una certa resistenza, se dovesse succedere, girate il vetro dal lato opporto o continuate il taglio da questo lato ( il quale dovrebbe essere ormai più fragile), poi esercitate una certa pressione e vedrete che il vostro vetro si staccherà a perfezione