come usare la cannella

La cannella, il cui nome scientifico è Cinnamomum verum è un albero, dal quale si ricava l’ omonima spezia, appartenente alla famiglia delle Lauracee, ne esistono diverse varianti con diverse provenienze, ma quella più nota è tipica dello Sri Lanka e dell’ Asia, ma con il tempo è stata introdotta anche i Madagascar, Malaysia, Antille, Vietnam, Sumatra e Indonesia. L’ utilizzo della cannella ha origini antichissime, basti pensare che la utilizzavano già gli antichi Egizi per trattare i corpi dei defunti. L’ aroma della cannella è pungente, speziato, quasi pepato, al tempo stesso dolce ed incredibilmente profumato. La cannella, si ricava dal fusto e dai rami stessi dell’ albero che,vengono privati della scorza più esterna e trattati. Viene poi venduta in stecche o direttamente in polvere. La cannella ha un potente effetto antiossidante, pertanto è molto utile nella prevenzione dei tumori e per contrastare l’ invecchiamento (per la stessa ragione, la cannella veniva in passato utilizzata per la conservazione degli alimenti). La cannella è altresì un potente antibatterico e antispastico, è oltretutto in grado di abbassare il colesterolo, glicemia e i trigliceridi nel sangue. La cannella pare essere utile anche per attenuare i dolori mestruali ed intestinali, inoltre aiuterebbe a guarire dall’ influenza e fungerebbe da antimicotico naturale. Se anche voi allora volete assumerne di più, vediamo insieme come usare la cannella:

la cannella può essere utilizzata in vari modi soprattutto in cucina, se ne amate il sapore, potreste, tanto per cominciare utilizzarla per insaporire il cioccolato caldo, i cappuccino , le tisane o il latte caldo. Nei paesi anglosassoni la cannella è particolarmente amata per la preparazione del vin brulè, un vino dolce aromatizzato davvero squisito. Poi chiaramente la cannella è molto indicata nella preparazione dei dolci e dei biscotti, in particolar modo, quelli in pan di zenzero, tipici del Natale.