come usare la passiflora

Il fiore della passione è il nome comune di una delle circa 400 specie della Passiflora. Nativa dell’America del Nord e del Sud, molte specie della pianta sono coltivate in tutto il mondo per i loro fiori colorati e i frutti gustosi. Il fiore della passione è noto anche per i suoi benefici terapeutici. Per centinaia di anni le popolazioni usavano la pianta come sedativo naturale, per ridurre lo stress  e  come aiuto per il sonno. I nativi sia del Nord che del Sud America hanno utilizzato il fiore della passione a scopi terapeutici per centinaia di anni prima che la pianta venisse portata  anche in Europa. Nel XVIII secolo, il fiore della passione ha guadagnato popolarità in Europa come rimedio per l’epilessia e l’insonnia. Oggi la pianta viene coltivata in tutto il mondo. Se anche voi allora volete utilizzarla, scopriamo insieme come usare la passiflora:

il fiore della passione è meglio conosciuto per i suoi effetti rilassanti e calmanti, oltre  alla bellezza ornamentale. La pianta è efficace nel sostenere un umore equilibrato senza effetti collaterali dannosi. Il fiore della passione è comunemente usato anche per supportare il sonno sereno. Esso inoltre ha effetto sulle contrazioni muscolari involontarie. Alcuni studi hanno infatti scoperto che l’estratto di fiore della passione ritarda l’insorgenza e diminuisce la durata delle contrazioni muscolari involontarie. È interessante notare che sembra anche ridurre i sentimenti di tristezza e spossatezza dopo episodi involontari di contrazione muscolare mentre i trattamenti standard tendono ad aumentarli. Un utilizzo insolito di  questo fiore che viene fatto è per contrastare gli effetti collaterali dell’ astinenza di nicotina quando si sta cercando  di  smettere. Inoltre, la ricerca suggerisce che il fiore della passione potrebbe contribuire a promuovere la salute respiratoria, la salute digestiva , ad abbassare lo zucchero nel sangue equilibrato e anche i livelli di attenzione.