Come usare la propoli

Alcuni alberi quali abeti, betulle, pioppi, olmi producono una resina particolarmente “ apprezzata” dalle api, insetti molto laboriosi ed utili per l’ ecosistema, le quali la raccolgono e la rielaborano con altre cere e la loro saliva, producendo la propoli, una sostanza che questi insetti utilizzano per tutelare il loro alveare, grazie ad essa infatti riescono ad isolarlo ed a proteggerlo dai batteri che potrebbero danneggiarlo. La propoli grazie alle sue sostanze benefiche anche per l’ essere umano, è molto apprezzata, vediamo allora come usare la propoli:

  • la propoli è una ricca fonte di benefici per l’ organismo, essa infatti è considerata un potentissimo antibatterico naturale, più o meno forte  a seconda dagli alberi dai quali è stata prodotta e dal periodo dell’ anno, ma è comunque un toccasana. Potete utilizzare la propoli quindi come cura contro il mal di gola e per liberare le vie respiratorie in caso di influenza o riniti. Le sue proprietà antibatteriche la rendono sfruttabile anche come protezione del cavo orale, difendendo lo stesso dai microrganismi.
  • La propoli ha  anche funzioni antimicotiche, pertanto è molto utile per combattere funghi e micosi.
  • E’ possibile impiegare la propoli anche come battericida ed antivirale.
  • Sono note anche le proprietà vasoprotettrici della propoli e quindi impiegabile in caso di insufficienza venosa e / o capillari fragili.
  • La propoli è ricchissima di vitamine e flavonoidi, antiossidanti molto utili per l’ essere umano per preservare l’ organismo dall’ invecchiamento e per stimolare il sistema immunitario, soprattutto nella stagione fredda quando l’ organismo è maggiormente esposto  a rischi.
  • La propoli è molto indicata  anche nella cura all’ herpes, potete quindi applicarla localmente come fareste con una crema.
  • Sono note anche le capacità cicatrizzanti e di rinnovamento cellulare che offre la propoli, quindi, in caso di cicatrici, segni, acne ecc.. potete impiegarla per attenuarne le imperfezioni