Come utilizzare gli albumi

Molto spesso quando ci si trova  a preparare una ricetta, come ad esempio la crema pasticcera, avrete sicuramente notato che prevede l’ impiego dei soli tuorli d’ uovo, lasciando da parte gli albumi, i quali sono costituiti quasi interamente di  acqua con sali minerali e vitamina B disciolti, chiaramente non li sprecherete gettandoli via, ma vediamo come utilizzare gli albumi:

è possibile sostituire con 2 albumi un uovo intero in quelle ricette che prevedono l’ impiego di almeno 2 uova intere, in questo modo riciclerete i vostri albumi avanzanti, otterrete un composto più morbido e soprattutto meno calorico. Un altro suggerimento consiste nel montare gli albumi  a neve per preparare ad esempio delle meringhe, che potrete  anche rendere più carine esteticamente con l’ utilizzo di coloranti alimentari. Potreste anche preparare dei dolci meringati, ovvero su una base di pasta frolla, spalmate della crema pasticcera, oppure della marmellata e poi lo strato di meringhe da apporre con la tasca da pasticciere e cuocere in forno. Con lo stesso criterio potreste disporre la meringa su dei muffin e cuocerli in forno e poi ricoprire con del cioccolato fuso. Un altro utilizzo possibile degli albumi avanzati è dato dalla preparazione dei biscotti chiamati “lingue di gatto”, sia perché sono sottili, sia perché sono ruvidi come la lingua di un gatto, essi vengono utilizzati principalmente per accompagnare e guarnire gelati e budini. Esistono anche dei dolci “stranieri “che prevedono un largo utilizzo degli albumi, come la  angel cake, particolarmente soffice ed i coloratissimi macarons. Se invece vi è avanzato un solo albume, potreste riciclarlo spalmandolo sulle vostre torte o biscotti da infornare, saranno così belli dorati. Se gli albumi che vi sono avanzati non vi dovessero servire subito,  potreste conservali nel frigo per 2-3 giorni, oppure se già sapete di non utilizzarli  a breve, congelateli, essi infatti dureranno davvero  a lungo.