come utilizzare i dolcificanti naturali

Il consumo eccessivo  di  zuccheri aggiunti è molto dannoso per la  salute, soprattutto  se  si considera che praticamente tutti  gli alimenti già  contengono zuccheri naturali, la somma di  queste calorie derivanti dallo zucchero, possono portare a diabete, carie, obesità, malattie cardiache, alcuni tipi di cancro e perfino ad un  cattivo funzionamento cognitivo. Lo zucchero raffinato è una comune forma di zuccheri aggiunti che dovrebbe essere evitato. Invece dallo zucchero raffinato, se proprio non vogliamo evitare di  dolcificare, si si dovrebbe optare per i dolcificanti naturali per soddisfare la vostra golosità. I dolcificanti naturali sono sono opzioni più sane dello zucchero da tavola. Scopriamo insieme allora come utilizzare i dolcificanti naturali:

il miele grezzo è uno dei migliori dolcificanti naturali, ed è anche salutare per la mente e il corpo . Esso deriva dal nettare dei fiori raccolto e trasformato dalle api. Ha zuccheri per l’ 80 % naturali, acqua, vitamine, polline e proteine. Il miele è oltretutto ricco di enzimi, antiossidanti, ferro, zinco, potassio, calcio, fosforo, vitamina B6, riboflavina e niacina. Ovviamente il miele contiene molte calorie, pertanto dovrebbe essere usato in quantità limitate. La stevia è un’altra alternativa sana allo zucchero, essa è prodotta dalle foglie della pianta Stevia rebaudiana ed è più di 200 volte più dolce dello zucchero ed è disponibile in diverse forme, come gocce, pacchetti, compresse solubili e miscele. Questo dolcificante naturale ha proprietà antiossidanti e antidiabetiche. Essa non ha calorie, non contiene zuccheri o carboidrati e vanta un basso indice glicemico, il che la rende ideale per le persone che stanno cercando di perdere peso o coloro che hanno il diabete. Il modo migliore per consumare la stevia è quello di coltivare la pianta da soli e utilizzare le foglie intere per dolcificare i cibi. I datteri, sono il frutto dolce della palma che possono essere utilizzati come una sana alternativa allo zucchero . Questi frutti sono ricchi di ferro e buone fonti di potassio, proteine, fibre alimentari, calcio, vitamine del gruppo B e vitamine A e C. Bisogna comunque mangiarne  con moderazione. Lo sciroppo d’acero, altra  alternativa allo zucchero, è fatto dalla linfa, un liquido zuccherino, degli alberi di acero. Il processo di fare sciroppo di acero è lungo e complicato. Si tratta di praticare un foro nel acero, appeso un secchio per catturare la linfa, bollire per far evaporare l’acqua e, infine, filtrando qualsiasi sedimento. Ci sono vari tipi differenti di sciroppo di acero, a seconda del colore. Quello di grado B è il più scuro e ha il sapore più forte. Anche lo  sciroppo d’agave, è una sana alternativa allo zucchero. Questo dolcificante è commercialmente prodotto da diverse specie di piante di agave. Il sapore di questo sciroppo è paragonabile, anche se non identico, al miele. Anche il jaggery, chiamato anche Gur o sagù, è un’altra alternativa naturale allo zucchero. È un sottoprodotto della lavorazione della canna da zucchero e viene utilizzato come dolcificante nella tradizionale indiana.