come utilizzare il sale in maniera alternativa

Il sale è un minerale da sempre utilizzato per insaporire gli alimenti e conservare il cibo. Nonostante negli ultimi anni questo viene spesso demonizzato, in quanto se utilizzato in eccesso, fa male alla salute, resta comunque indispensabile, in piccole dosi, per la nostra sopravvivenza. Ad ogni modo, il sale, può trovare anche alcuni impieghi insoliti, ai quali non siamo abituati a  pensare. Se siete curiosi di scoprirli allora, vediamo insieme come utilizzare il sale in maniera alternativa:

un mal di gola,  può essere dovuto a molte ragioni, come l’ influenza, le placche alla gola,  tosse secca, al gridare in maniera eccessiva ecc.. e  può essere trattato con il sale comune. Dei gargarismi con acqua salata possono  lenire il mal di gola. Il sale funziona come un antisettico naturale  e aiuta a combattere l’infezione che causa il vostro mal di gola. Aggiungere quindi ½ cucchiaino di sale in 1 tazza di acqua calda. Mescolare bene per sciogliere il sale. Fare dei gargarismi con questa soluzione per alcuni secondi e  ripetete ad intervalli regolari per un paio di giorni.  Un’ afta è un’ulcera sulla mucosa all’interno della bocca e  può causare una sensazione di bruciore, dolore, infiammazione, febbre e gonfiore dei linfonodi. La condizione è molto dolorosa e irritante, ma è possibile ottenere sollievo dal problema con sale da tavola, anche in questo caso, grazie ai gargarismi. Il sale allevia anche  il dolore ai piedi che può essere causato magari da una giornata intera trascorsa sui tacchi.  Aggiungere ½ tazza di sale in una bacinella con acqua calda. Mettere a bagno i piedi nella soluzione salina calda per 10-15 minuti. Poi asciugare i piedi e massaggiare delicatamente per 5 minuti. Il sale è anche un grande alternativa al dentifricio , che è possibile utilizzare per mantenere i denti puliti e privi di batteri. Le particelle del sale possono infatti aiutare a sbarazzarsi della placca sui denti e a sua volta riduce il rischio di molti problemi orali. Immergere lo spazzolino inumidito nel sale da tavola e poi lavarsi i denti con esso. Se vi siete svegliati con gli occhi gonfi, perchè magari avete dormito poco, o magari avete pianto, mescolare ½ cucchiaino di sale in una ciotola con acqua tiepida. Immergere batuffoli di cotone in questa acqua salina calda. Mettere il cotone imbevuto sulle palpebre chiuse per qualche minuto. Potrete utilizzare lo stesso rimedio anche per lenire il prurito e bruciore generato dalle punture d’ insetto.