come utilizzare la curcuma

La curcuma è una spezia non molto utilizzata nel nostro paese, mentre lo è moltissimo nel paesi medio-orientali . Dovremmo anche noi cominciare ad introdurla come ingrediente nelle nostre pietanze in quanto ha diverse proprietà benefiche per il nostro organismo. Dai rizomi di curcuma essiccati e poi ridotti in polvere abbiamo una spezia con azioni antinfiammatorie e antiossidanti. Proprio per le sostanze contenute, la curcuma ha un’ azione anti- tumorale e preventiva a livello oncologico, la curcuma inoltre può regolarizzare la circolazione sanguigna, favorire la digestione, migliorare le risposte immunitarie del nostro organismo, migliorano la funzionalità dello stomaco ed intestinale e combattono i processi neuro-degenerativi. Chiaramente, come in tutte le cose, non bisogna mai eccedere, soprattutto se assumiamo farmaci anti-coagulanti. Se anche voi allora volete integrarla, vediamo insieme come utilizzare la curcuma:

per prima cosa, per mantenere al meglio le proprietà di questa spezia utilizziamola a fine cottura, per evitare che si deteriori ed è oltretutto preferibile associarla un al pepe e/o all’olio d’oliva, al fine di assorbirla meglio. Nonostante si tratti di una spezia non troppo familiare alla nostra cucina è abbastanza facile utilizzarla in quasi tutti i piatti. Nel risotto ad esempio, potremmo utilizzarla al posto del classico zafferano. Anche quando dobbiamo preparare un’ insalata ad esempio, o delle patate al forno. Se siete soliti preparare il pane in casa, potreste aromatizzarlo alla curcuma. Anche l’ olio può essere aromatizzato alla curcuma, oppure potreste utilizzarla per prepararvi dei decotti o il “latte d’ oro”, la bevanda classica di chi pratica yoga, per tutelare le articolazioni. Esso si prepara aggiungendo ad un bicchiere di latte tiepido mezzo cucchiaino di curcuma, 1 cucchiaino di olio di mandorle dolci o un pizzico di pepe e lo si dolcifica con del miele.