Come verniciare il metallo

Può capitare che un oggetto in metallo si usuri, soprattutto se è stato verniciato in precedenza oppure è esposto alle intemperie, in tutti questi casi, oppure anche se semplicemente desiderate  decorare in maniera diversa  un oggetto metallico, si necessita di una nuova verniciatura, vediamo allora come verniciare il metallo:

prima di cimentarvi cominciate con il procurarvi tutto l’ occorrente, ovvero della carta o uno spazzolino abrasivo, della vernice, del diluente, dei pennelli e degli stracci. Passate alla pulizia del metallo, spolverandolo con cura e sgrassandolo se necessario, quindi impugnate la vostra carta abrasiva e cominciate a carteggiare con cura cercando di imprimere sempre la stessa forza in ogni punto e passando la carta abrasiva sempre nello stesso verso, in modo tale da evitare striature e solchi antiestetici. Per un lavoro estremamente preciso, una volta rimossa la vecchia vernice con una carta abrasiva a granatura spessa, potreste dare un’ altra mano di carteggiatura con una carta abrasiva con la granatura più fine, in alternativa uno spazzolino con denti metallici andrà benissimo. Questa fase è importantissima e va eseguita con cura in quanto se dipingeste direttamente sulla vecchia vernice, oppure su tracce di sporco e/o grasso, dopo poco la nuova pittura si scrosterebbe, non trovando una buona base di aderenza. A questo punto prendete un panno, anche un vecchio straccio andrà bene imbevuto con diluente e strofinatelo su tutta la superficie per eliminare ogni traccia di polvere residuale  ed eventuale sporco, che comprometterebbe la corretta stesura della vernice. Potreste dare a questo punto una prima mano di vernice trasparente che funga da base per la prima mano di vernice del colore prescelto. Una volta asciutto se vi sembra opportuno passate una seconda mano di vernice. Adoperate il pennello con cura, con movimenti che vanno dall’ alto verso il basso e seguite sempre la stessa direzione per evitare antiestetici segni.