Come vincere una dipendenza

Una dipendenza è una falsificazione del comportamento, che da comune abitudine diventa una ricerca ossessiva del piacere, attraverso mezzi o modi di fare che si tramutano in una grave condizione patologica. Che sia dal cibo, dall’alcol, dal fumo, dal gioco d’azzardo o da qualsiasi altra cosa, vincere una dipendenza è sicuramente la più difficile scelta che si possa fare, ma è anche l’unico modo per potersi riappropriare della propria vita.

Di qualsiasi forma si tratti è sempre paragonabile ad una vera e propria malattia e spesso chi ne è affetto tende a negarne i sintomi e a sottovalutarli. Riconoscere una persona che soffre di dipendenze è molto semplice, poiché mostra delle caratteristiche peculiari, ovvero, tende a ripeterla sempre di più nel tempo, manca di controllo su di essa e ne diviene schiavo. Essere consapevoli di dipendere da qualcosa è già un primo passo verso la guarigione, ma il percorso è lungo e ricco di ostacoli: l’atteggiamento da evitare in assoluto è quello di “pensare di potere uscire dal tunnel in qualsiasi momento” . Per tali situazioni non esistono ricette prodigiose, le probabilità di riuscita derivano unicamente dalla nostra motivazione personale e dalla scelta del metodo che ci è più consono.
Da soli, con l’aiuto di persone specializzate o con il supporto dei familiari, bisogna prima di tutto prepararsi mentalmente a superare quello stato di abnegazione che ci ha piegati a qualcosa di effimero per tanto tempo, e soprattutto è fondamentale predisporsi positivamente per poter affrontare e superare i numerosi intralci che si frapporranno sul lungo cammino di guarigione. “ Voglio, dunque Posso!” è l’unico punto fermo su cui fare leva in un’ottica di cambiamento e miglioramento della vita. Cadere, rialzarsi e ricominciare all’infinito, senza lasciarsi scoraggiare e senza mai aspettarsi che tutto si risolva in poco tempo, né tantomeno che i risultati siano immediati.