In Cina le cliniche per curare i “malati” di Coppa del Mondo


In Italia, dopo l’eliminazione della nazionale dai Mondiali, è calata un po’ l’attenzione verso la Coppa del Mondo. Ma in tutto il mondo restano gli appassionati che non si perdono una partita. Anche in paesi che sono magari meno noti per la passione calcistica, come la Cina. E proprio qui sono nate negli ospedali delle unità apposite per curare quella che i medici chiamano ormai “malattia della Coppa del Mondo”, i cui sintomi sono apatia, stanchezza e insonnia, causate prevalentemente dalle maratone davanti alla tv per vedere le partite a ore decisamente improbabili per chi vive in Cina, a causa del fuso orario. Ci sarebbero decine di migliaia di malati e i casi più gravi soffrirebbero anche di crampi allo stomaco, perdita di appetito, ansietà e addirittura in qualche caso paranoia.