Come avere un figlio

Come avere un figlio

  • Sospendere ogni tipo di contraccettivo
  • Conoscere il proprio ciclo e i giorni fertili
  • Conoscere l’ovulazione della donna
  • Calcolare il periodo fertile
  • Avere rapporti regolari
  • Conoscere le posizioni migliori per rimanere incinta
  • Consultare il ginecologo in caso di problemi

Quando parliamo di come avere un figlio intendiamo essenzialmente i metodi e le condizioni più favorevoli alla fecondazione. In sostanza dunque quelli che andremo ad analizzare sono gli aspetti fondamentali per rimanere incinta facilmente.

Solitamente diamo per scontato che per avere un figlio sia sufficiente smettere di utilizzare metodi contraccettivi e avere rapporti regolari, ma in realtà è risaputo che rimanere incinta spesso è più complesso di quanto possiamo immaginare.

Capita di frequente che, prima di avere un figlio, una coppia faccia tentativi per molti mesi, se non addirittura anni, senza successo. Questo può dipendere da una scarsa conoscenza della fisiologia del corpo femminile e di meccanismi come l’ovulazione, ma anche da altri fattori che influiscono sul concepimento. In questo senso, ad esempio, un nostro nemico può essere lo stress.

Se proviamo a concepire un bambino in un periodo di forte stress le possibilità di riuscita potrebbero essere inferiori, perché a questa condizione il corpo risponde con una serie di reazioni, spesso fisiche, che non facilitano il concepimento.

Certamente dopo un po’ di tempo è consigliabile fare degli accertamenti sia nell’uomo che nella donna per assicurarsi che non ci siano problemi da parte di uno dei due.

Come avere un figlio calcolando l’ovulazione

Tra i consigli fondamentali su come avere un figlio c’è senza dubbio quello di imparare a calcolare il periodo fertile della donna. Il nostro suggerimento, se si vuole essere certi di date e giorni fertili, è di ricorrere a uno dei pratici test di ovulazione che si trovano in vendita in farmacia.

Altri metodi per calcolare il periodo fertile risultano più complessi, ma soprattutto non sono affidabili perché si basano sul presupposto che tutte le donne abbiano un ciclo regolare di mese in mese.

In un ciclo preciso di 28 giorni l’ovulazione avviene il 14° giorno dall’inizio delle mestruazioni, ma chi presenta cicli più brevi, lunghi o totalmente irregolari non può far fede a questo dato in quanto l’ovulazione può verificarsi prima o dopo e addirittura due volte durante lo stesso ciclo.

Riconoscere l’ovulazione attraverso i sintomi, come ad esempio il gonfiore al seno accompagnato da indolenzimento, possibili dolori al ventre e un aumento delle secreazioni vaginali, è un compito difficile e che spesso si rivela infruttuoso.

Come avere un figlio: Giorni fertili

Un dettaglio che spesso risulta poco chiaro alla coppia è il periodo di fertilità della donna. Come riconoscere il periodo fertile? Ecco l’indicazione da tenere presente. La donna è fertile nel momento in cui avviene l’ovulazione, ovvero quando le ovaie liberano 1 o più ovuli, i quali durano al massimo 24 ore. Considerando che gli spermatozoi hanno una vita che va dai 3 ai 5 giorni  possiamo dire che per avere un figlio il periodo fertile va da 4 giorni prima a 24 ore dopo l’ovulazione.

Come avere un figlio: posizioni per rimanere incinta

Come facilitare la fecondazione? Per avere un figlio è senza dubbio indispensabile avere rapporti regolari (almeno 2 volte a settimana per cercare di non perdere l’ovulazione), e magari prediligere le posizioni ideali per rimanere incinta.

Quali sono le posizioni che favoriscono il concepimento? Ci sono le classiche, come ad esempio la posizione del missionario, che consentono al liquido seminale di non fuoriuscire anticipatamente e di andare in profondità. Funzionano bene anche la classica “pecorina” e anche la posizione laterale, anche nella variante con le gambe raccolte.

Dopo il rapporto non alzatevi per una buona mezzora ed evitate di andare subito in bagno. Le leggende popolari suggeriscono di tenere le gambe in alto e di sistemare un cuscino sotto il bacino per facilitare il percorso degli spermatozoi.

Come avere un figlio a 40 anni

Un fattore da non sottovalutare quando si decide di avere un figlio è senza dubbio quello dell’età. Infatti è innegabile che, almeno in questo caso, più giovani si è e meglio è. C’è prima di tutto una questione fisica, un corpo giovane è più resistente e indubbiamente genitori giovani hanno più energia, ma c’è anche una questione legata al fatto che la fertilità non è eterna e che il numero di ovociti prodotti nella vita di una donna non è infinito. Chi non riesce a concepire arrivata ormai a 40 anni, per motivi diagnosticati, può informarsi presso il proprio medico su come fare la fecondazione assistita.