Come curare il reflusso acido con il tè verde

Quando lo sfintere esofageo inferiore  non riesce a contrarsi, permette agli acidi digestivi di tornare indietro dallo stomaco fino all’esofago, causando sensazioni di bruciore nel torace e nello stomaco Questo è ciò che è comunemente noto come bruciore di stomaco, o in casi più gravi, reflusso acido. Le abitudini alimentari malsane, i cambiamenti nello stile di vita, lo stress e lo sfintere danneggiato sono le cause comuni per il reflusso acido. Esistono tantissimi medicinali utili a calmare questo fastidio, ma i loro effetti sono di breve durata e spesso hanno effetti collaterali indesiderati. Se stai cercando un’alternativa naturale che sia veloce, semplice e conveniente, prova il tè verde.  Scopriamo nel dettaglio quindi come curare il reflusso acido con il tè verde:

Il tè verde contiene polifenoli antiossidanti che promuovono una corretta digestione e riduce la possibilità  all’acido di tornare di nuovo all’esofago.
Il tè verde contiene L-theanina, un aminoacido che inverte gli effetti della caffeina e calma il sistema nervoso. Contiene composti attivi chiamati catechine  che  sono antiossidanti e aiutano a riparare i danni causati alle cellule sane. Il tè verde contiene anche teobromina, tannini, teofillina, che impediscono il bruciore di stomaco. Il tè verde può essere usato da solo e in combinazione con altri ingredienti naturali che prevengono e curano bruciori di stomaco ed il reflusso acido. Bollite 4 tazze di acqua e versatele in una brocca con 2 sacchetti di tè verde. Lasciate in infusione e poi aggiungere succo di limone fresco o succo d’arancia e bevete. Al tè verde potreste anche aggiungere aloe vera che lenisce e aiuta a riparare i tessuti danneggiati. Aggiungendo del  miele crudo per dolcificare, si lenisce l’affaticamento  anche lo stomaco e l’esofago, proteggendo inoltre il corpo da batteri che possono esacerbare il bruciore di stomaco.