come usare i fornelli ad induzione

Da non confondere con le cucine elettriche anche se si presentano molto simili nell’ aspetto, i piani di cottura ad induzione sono molto più sicuri. La ragione è da ricercarsi nella tecnologia che ne permette il funzionamento infatti se nel primo caso il calore è prodotto da una resistenza e così trasferito alla pentola, nel caso dei fornelli ad induzione il calore si produce attraverso un meccanismo di carica magnetica la quale produce calore direttamente nella pentola. La sicurezza è data dal fatto che il magnete in contatto con materiale organico non produce calore quindi è impossibile bruciarsi. Per la stessa ragione questo particolare sistema richiede che il materiale di cui è composta la pentola sia conduttore e quindi metallico
come l’acciaio inox altrimenti il fornello non funziona. Per la stessa ragione il fondo della pentola non deve essere troppo sottile anzi abbastanza spesso e vanno evitati i mestoli in ferro. Non solo sicurezza però, infatti il piano liscio e lucido, in vetroceramica, non ha bisogno della stessa
manutenzione che serve ai normali fornelli a gas (pulizia dei componenti, foratura degli ugelli, ecc…). Inoltre la superficie omogenea permette una pulizia molto veloce anche perché il materiale organico che può cadere mentre si cucina non si può incrostare e poi è molto bella ed elegante.
Dal puto di vista della cottura dei cibi questo particolare sistema fa sì che il calore avvolga complementarmente la pentola rendendo più omogenea la cottura e riducendo al minimo la dispersione anche più veloce. Infine, non essendoci zone di cottura come i fuochi delle altre cucine, ma con un
meccanismo di riconoscimento automatico della pentola, il numero delle pentole che potrete utilizzare contemporaneamente dipende solo da quante ne entrano sulla superficie del piano di cottura e dalla limitazione dell’energie elettrica prevista dal vostro contratto. In pratica se mettete troppe pentole rischiate il blakout elettrico anche se per evitare questo rischio i nuovi modelli hanno il power management ossia un limitatore di assorbimento che permette di restare dentro gli assorbimenti impostati.